venerdì 18 dicembre 2015

“Come Ginestre” si aggiudica il campionato regionale Finp


Si è concluso domenica a Enna, con la quinta tappa, il campionato regionale Finp 2015. Ed è stato un trionfo per il team di “Come Ginestre”, che ha così conquistato il titolo regionale per la quarta volta consecutiva. La classifica finale vede, infatti, la squadra catanese al primo posto con 114 punti, dieci in più della seconda classificata, l'asd “Il Faro” di Augusta. E trionfale è stato il percorso verso l'ambìto titolo regionale: per gli atleti di nuoto paralimpico della onlus catanese il 2015 si è rivelato un anno proficuo; la vittoria nel campionato regionale è stata preceduta dagli ottimi tempi del Campionato Italiano di Società di Lignano Sabbiadoro e dei Campionati Assoluti Estivi di Busto Arsizio. Tra questi, i ripetuti records di Denise Fresta. Anche domenica l'atleta diciannovenne si è distinta, piazzando un 5' 05” 23 nei 200 stile libero, che le valgono il record italiano assoluto, migliorando di ben 45 secondi la prestazione rispetto a quella dello scorso anno. Record juniores anche nei 50 dorso, con 1' 06” 70, migliore prestazione nazionale ottenuta “ritoccando” significativamente il precedente record di 1' 08” 80, da lei ottenuto nella precedente tappa del campionato regionale a Caltanissetta. Ottima la prestazione di Federico Muzio, che nei 50 stile libero ha realizzato il tempo di 00' 35” 94, qualificandosi per gli assoluti di Reggio Emilia in programma il 24 e 25 Febbraio 2016. Assente per infortunio un'altra protagonista della stagione, la giovanissima Mariapia Marcantonio, atleta molto promettente. Importante per tutta la stagione l'apporto degli altri atleti della squadra, Antonio Maugeri, Angelo Mirabella, Aldo Gioia, Marco Longo, che hanno consentito la storica conquista del quarto titolo di fila. Un merito che va anche agli istruttori Fabio Savoca ed Antonella Distefano, ed agli assistenti Salvatore Spinelli, Domenico Mirabella, Annarita Platania, Martina Mirabella e Cristina Zappalà, quest'ultimi molto utili ed importanti nel settore dell'avviamento alla pratica di nuoto. Un successo per tutta la squadra etnea, che dimostra come ad imporsi è la “linea verde” intrapresa grazie alla sapiente guida del tecnico di “Come Ginestre”, Prof.ssa Maria Grazia Fiamingo, che ha dichiarato: «l'obiettivo per la stagione 2016 sarà quello di preparare al meglio i giovanissimi e juniores per un'affermazione in ambito nazionale con l'aspettativa di un possibile inserimento degli atleti nella nazionale di nuoto».
Per la squadra del Presidente Salvo Mirabella tante soddisfazioni che fanno guardare al futuro: come già detto il prossimo appuntamento saranno gli assoluti invernali di Reggio Emilia del 24 e 25 Febbraio 2016. A seguire, i campionati giovanili di Pescara del 24 aprile 2016, la Coppa Italia per società di Lignano Sabbiadoro (UD) del 28 e 29 maggio 2016, e gli assoluti estivi dall'1 luglio 2016.

mercoledì 9 dicembre 2015

“Come Ginestre” premiata da “Catania al Vertice”


È stata un successo ieri, all'hotel Sheraton di Aci Castello, la seconda edizione del premio di Catania al Vertice “i nostri campioni”. Molti i grandi sportivi di ieri, oggi e domani che hanno ricevuto il premio da parte del consorzio di 25 società sportive di Catania ed hinterland, che operano nell'ambito di un progetto di collaborazione e condivisione che ha recentemente allargato i propri confini con Palermo al Vertice, con l'obiettivo di coprire tutto il territorio dell'isola. Aperte da un saluto del Presidente del consorzio, Nello Russo, la serata è stata brillantemente condotta dal noto ed apprezzato giornalista Giacomo Cagnes, cui ha fatto da “spalla d'eccezione” Fabrizio Messina, ds del Circolo Canoa Catania. Salutati dagli oltre mille sportivi ed appassionati presenti in platea, primi ad essere premiati gli atleti di “Come Ginestre”, onlus catanese in lotta per il titolo regionale di nuoto paralimpico (la tappa finale avrà luogo domenica 13 dicembre ad Enna) e che sta lavorando, di concerto con la consociata All Sporting ASD, alla creazione della prima squadra di Wheelchair Rugby del sud Italia. Ed è proprio su questi elementi di forza ed ambizione che ha incentrato il proprio intervento il Presidente di Come Ginestre, Salvo Mirabella, che ha accompagnato l'entusiasta “spedizione” in maglia verde, affidata alla sapiente guida del tecnico Prof.ssa Maria Grazia Fiamingo. Il premio è stato consegnato nelle mani della giovane nuotatrice Denise Fresta, che con le sue prestazioni ed i suoi records ha assunto il ruolo di portabandiera della squadra, che della “linea verde” recentemente intrapresa ha fatto un punto di forza.
Appuntamento, quindi, a Enna domenica prossima con l'atto finale del campionato regionale Finp, per poi prepararsi alla presentazione del progetto di Wheelchair Rugby, sport che nasce per dare un vero sport anche ai disabili più gravi. Il progetto ha già ottenuto un primo supporto da importanti sponsors, ed è alla ricerca di un solido supporto economico per consentire il consolidarsi di questa idea innovativa, che porterà a Catania una disciplina spettacolare e dalla rapida crescita a livello globale, con l'opportunità di ospitare anche grandi eventi internazionali, oltre alle gare dei futuri atleti rossazzurri in carrozzina.

mercoledì 2 dicembre 2015

Domani al PalaCatania “Sport-Ability 2015”


Si svolgerà domani, 3 dicembre, al PalaCatania di Corso Indipendenza a Catania la manifestazione “Sport-Ability 2015 – Carovana dello Sport Paralimpico Catanese”, manifestazione ideata per la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità con il patrocinio del CIP (Comitato Italiano Paralimpico), dell'INAIL, del Comune di Catania e della LIFE Onlus. Dalle 8.30 alle 13.30 vedrà l'esibizione e dimostrazione di svariate discipline sportive paralimpiche: basket, danza sportiva, tennistavolo, tiro con l’arco, atletica leggera, handbike, vela, canoa, baseball, sitting volley e rugby. Per quest'ultima disciplina sarà presente l'associazione di volontariato “Come Ginestre ONLUS”, che insieme alla consociata “All Sporting ASD” sta portando avanti il progetto di creazione di una formazione di Wheelchair Rugby, la prima in Italia da Roma in giù. I volontari di Come Ginestre saranno a disposizione per illustrare il progetto e le peculiarità di questo sport, che nasce per dare un vero sport anche ai disabili più gravi. Il progetto ha già ottenuto un primo supporto da importanti sponsors, ed è alla ricerca di un solido supporto economico per consentire il consolidarsi di questa idea innovativa, che porterà a Catania una disciplina spettacolare e dalla rapida crescita a livello globale, con l'opportunità di ospitare anche grandi eventi internazionali, oltre alle gare dei futuri atleti rossazzurri in carrozzina.

lunedì 23 novembre 2015

Buona prestazione di “Come Ginestre” alla quarta tappa del campionato regionale Finp


Denise Fresta
È ripreso ieri, domenica 22 novembre a Caltanissetta il Campionato Regionale Finp, con la quarta tappa, organizzata dall'asd “Il Sottomarino” e dalla ssd “Swimming” nella piscina comunale in via Rochester del capoluogo nisseno. Dopo la pausa estiva, per il team di “Come Ginestre” è stata l'opportunità di riprendere il percorso verso l'ambìto titolo regionale. Per gli atleti di nuoto paralimpico della onlus catanese il 2015 si sta rivelando un anno proficuo: agli ottimi risultati nelle prime tre tappe del campionato regionale, si sono aggiunti gli ottimi tempi del Campionato Italiano di Società di Lignano Sabbiadoro e dei Campionati Assoluti Estivi di Busto Arsizio. Tra questi, i ripetuti records di Denise Fresta. Anche ieri l'atleta diciottenne si è distinta, piazzando un 1' 33” 07 nei 50 rana SB03, che le valgono il record assoluto e di categoria. Record juniores anche nei 50 Dorso, con 1' 08” 80. Un successo per tutto il roster della squadra etnea, che dimostra come ad imporsi è la “linea verde” intrapresa grazie alla sapiente guida del tecnico di “Come Ginestre”, Prof.ssa Maria Grazia Fiamingo, e con la collaborazione dei “senior” del team in maglia verde.

martedì 17 novembre 2015

Domenica a Caltanissetta la quarta tappa del campionato regionale Finp


Riprende domenica 22 novembre a Caltanissetta il Campionato Regionale Finp, con la quarta tappa, organizzata dall'asd “Il Sottomarino” e dalla ssd “Swimming” nella piscina comunale in via Rochester del capoluogo nisseno. Dopo la pausa estiva, ecco per il team di “Come Ginestre” l'opportunità di riprendere il percorso verso l'ambìto titolo regionale. Per gli atleti di nuoto paralimpico della onlus catanese il 2015 si sta rivelando un anno proficuo: agli ottimi risultati nelle prime tre tappe del campionato regionale, si sono aggiunti gli ottimi tempi del Campionato Italiano di Società di Lignano Sabbiadoro e dei Campionati Assoluti Estivi di Busto Arsizio. Tra questi, i ripetuti records di Denise Fresta. Risultati, quelli dell'atleta diciottenne e di tutto il roster della squadra etnea, che dimostrano come ad imporsi è la “linea verde” intrapresa grazie alla sapiente guida del tecnico di “Come Ginestre”, Prof.ssa Maria Grazia Fiamingo, e con la collaborazione dei “senior” del team in maglia verde.

mercoledì 9 settembre 2015

San Vito Lo Capo: si faccia chiarezza su Baia Santa Margherita


In territorio di San Vito Lo Capo, tra Monte Cofano e Macari, si trova Baia Santa Margherita, un'ottima alternativa, quieta, ecosostenibile e di enorme fascino, alla nota ed apprezzata spiaggia di San Vito Lo Capo. Ed è a Baia Santa Margherita che, secondo quanto si apprende, avrebbero avuto luogo due gravi esempi di scempio ambientale.
Ben due, sebbene solo di un primo episodio si è appreso maggiormente dalle cronache. La falesia della Baia, area di particolare pregio ambientale, era già stata danneggiata con l'apertura di un varco non autorizzato. A questo primo episodio, ne è seguito più recentemente, nel mese di luglio, un altro, sul quale parrebbe non esservi stata altrettanta attenzione istituzionale e mediatica. C'è chi si chiede il perché, motivandolo con il presunto coinvolgimento di un operaio che già avrebbe prestato opera per l'amministrazione comunale sanvitese, e presumibilmente facendo uso di una ruspa nelle disponibilità dell'istituzione comunale. Indiscrezioni, queste, che ancora non sarebbero state chiarite o smentite.
Conforta l'annuncio del Sindaco, che mediante un comunicato stampa ha informato circa l'apertura di un'indagine amministrativa interna, ed in tal senso “Come Ginestre”, come sempre sensibile ai temi dell'ecosostenibilità anche nell'ambito della “total quality”, chiede che si faccia chiarezza sull'accaduto, che l'attenzione verso simili episodi, anche e soprattutto in chiave preventiva e di sensibilizzazione, rimanga alta, e che nessuna distinzione venga fatta verso quanti si rendono responsabili di simili aggressioni all'ambiente, risorsa inestimabile ed insostituibile della collettività.



mercoledì 12 agosto 2015

Catania - Sant’Agata non per molti ma per tutti


Torna l’appuntamento estivo con Sant’Agata di Agosto promosso dall’AdV “Come Ginestre” Onlus e dall’Associazione "Sant’Agata Basilica Cattedrale" con la collaborazione dell’AdV “Orgoglio Giovanile” Onlus

Lunedì 17 agosto dalle ore 18,30 Piazza San Placido area riservata alle persone con disabilità e gravi difficoltà motorie

CATANIA - Lunedì 17 agosto, in occasione dei festeggiamenti di Sant’Agata d’Agosto, l’Associazione di Volontariato “Come Ginestre” Onlus e l’Associazione Sant’Agata Basilica Cattedrale, come ogni anno, organizzano “Sant’Agata non per molti ma per tutti”, attraverso la realizzazione di un'area riservata alle persone con disabilità e con gravi difficoltà motorie, offrendo loro l’opportunità di vivere uno dei momenti più importanti dei festeggiamenti di metà agosto e partecipare pienamente all’attesa del passaggio del busto reliquiario di Sant’Agata, con il prezioso supporto dei giovani dell’AdV “Orgoglio Giovanile” Onlus impegnati nel sociale con attività di puro volontariato nella periferia Sud di Catania.

L’appuntamento di piazza San Placido, nonostante cada in pieno periodo di ferie estive, è diventato nel tempo un riferimento sempre più partecipato e seguito, non solo dai catanesi ma anche da tanti turisti e soprattutto dai catanesi che vivono fuori dalla Sicilia ed all’estero e che si trovano in città per le ferie.

Lo spazio riservato a tutte le persone con disabilità, grazie alla collaborazione delle associazioni impegnate nel diffondere una nuova cultura dell’inclusione sociale, delle pari opportunità e di uguaglianza attraverso lo slogan “Sant’Agata non per molti ma per tutti”, è anche l’occasione per sottolineare, ancora una volta, la necessità di una maggiore attenzione da parte della società civile, a cominciare dai nostri Amministratori, verso le persone con disabilità.

L’impegno e la collaborazione delle associazioni nasce dalla necessità di abbattere le barriere culturali e fisiche ancora presenti, create dall'isolamento, dall'emarginazione, dall'ingiustizia sociale.
Solo coinvolgendo le persone e rendendole protagoniste dell'azione "tutti" possiamo essere messaggeri e sentinelle vigili capaci di realizzare qualità di vita per "tutti".

Quest’anno il messaggio è “Educhiamo alla diversità….formiamo il nostro futuro” (Campagna di sensibilizzazione Fiaba Day 2015).

Questo è il “miracolo sociale” che chiediamo alla nostra Patrona Sant’Agata.

L’appuntamento è dalle 18,30 in piazza San Placido per permettere la sistemazione nell’apposita area riservata alle persone con disabilità; alle 20,00 è previsto il passaggio di Sant’Agata in piazza San Placido con breve sosta del busto reliquiario.
(Info line 338.9027431 – salvatoremirabella@libero.it)

mercoledì 29 luglio 2015

Catania: una class action per l'accordo di programma


Si è tenuta ieri al “Borghetto Europa” la conferenza stampa indetta dal Coordinamento Accordo di Programma, che riunisce alcune realtà dedite alla tutela delle persone con disabilità, come il Coordinamento Nazionale Famiglie Disabili, l'associazione “Un Futuro per l’Autismo” e a cui si è recentemente aggiunta l'associazione di volontariato “Come Ginestre ONLUS”. Al centro dell'intervento dell'avv. Maurizio Benincasa, legale del Coordinamento Accordo di Programma, la mancata stipula a Catania dell'«dell'accordo di programma previsto dall’articolo 13 della legge 104 del 1992», con quella che sarebbe una inadempienza ultraventennale da parte del comune capoluogo etneo. La prospettiva è quella di una “class action” contro Asp, Provincia regionale di Catania, e Comune di Catania, che solo da pochi giorni ha annunciato una bozza di tale accordo, che a detta dell'avvocato Benincasa altro non sarebbe che «un vero e proprio 'copia e incolla' di un accordo di programma che avevamo fornito noi all'assessorato durante un incontro ad aprile da poter utilizzare come riferimento per redigerne uno per la città di Catania». Intensi e particolareggiati gli interventi di responsabili e membri del coordinamento, tra i quali il presidente di “Come Ginestre”, Salvo Mirabella, che ha sottolineato come queste lotte gli siano familiari, per vissuto personale e per le lunghe lotte portate avanti da tempo, garantendo l'appoggio necessario al raggiungimento degli obiettivi preposti dal Coordinamento. «Siamo stanchi di aspettare – ha affermato Mirabella – e non vogliamo stare in silenzio. Dobbiamo essere attivi sul territorio con la “mission” del cambiamento, perché tutte le azioni a sostegno dei disabili devono avere una continuità ed una finalità, nell'ottica della responsabilizzazione dell'azione politica delle pubbliche amministrazioni. Come alta è la responsabilità delle associazioni: stiamo insieme, iniziamo a parlare una sola lingua, perché il nostro obiettivo è comune a tutti».

martedì 30 giugno 2015

Ancora successi in vasca per i 10 anni di “Come Ginestre”


Atto finale prima della pausa estiva della stagione di nuoto paralimpico, con la XXXVIII edizione dei Campionati Italiani Assoluti Estivi tenutasi dal 26 al 28 giugno scorsi alle Piscine Manara di Busto Arsizio (VA). E per “Come Ginestre”, onlus catanese che in questi giorni festeggia i 10 anni di attività, è stata l'occasione per riaffermare la propria crescita, complice la “linea verde” recentemente intrapresa. Infatti, ottima la prestazione della diciottenne Denise Fresta, che nonostante la penalizzazione della riclassificazione per lei decisa ai societari di Lignano Sabbiadoro soltanto un mese addietro, passando da S3 a S4, a Busto Arsizio ha totalizzato ben tre argenti, due record di categoria ed una finale Open con un ragguardevole quarto posto. Tutto questo a dimostrare la volontà, la caparbietà e la mentalità da atleta internazionale, che – unitamente ai compagni di squadra in maglia verde – ha sicuramente vissuto una stagione di altissimo profilo, propedeutica ad una prossima che già si preannuncia a livelli molto elevati. Questi nel dettaglio i risultati dell'atleta di “Come Ginestre”:

  • 150 misti SM4 Juniores - 4'13"42 Medaglia d'Argento – Record di categoria
  • 50 dorso S4 Juniores - 1'10"10 (prec. 1'15"31) Medaglia d'Argento – Record di categoria
  • 50 Rana SB3 Juniores - 1'33"41 Medaglia d'Argento

E se gli ottimi risultati della tre giorni lombarda culminano una stagione ricca di soddisfazioni per “Come Ginestre” e gli atleti che ne fanno parte, la sete di sport sano e ricco di soddisfazioni è tutt'altra che esaurita per il collettivo del Presidente Salvo Mirabella, come detto giunto al decimo anno di soddisfazioni e successi: all'incremento, numerico e nei risultati, nel nuoto paralimpico, grazie alla guida appassionata ed illuminata del tecnico, Prof.ssa Maria Grazia Fiamingo, procede il progetto “Wheelchair Rugby Catania”, che porterà, di concerto con la consociata “All Sporting ASD”, alla nascita del primo team del sud Italia della disciplina nata negli USA come “murderball” e nella quale la “disabilità” è tutto tranne che un “handicap”: leggendari sono gli incontri di questo sport, che unisce spettacolarità, sacrificio ed originalità. In tal senso, la dirigenza è al lavoro per il reperimento di fondi ed infrastrutture per far partire al meglio e con continuità questa avventura: per chi volesse contribuire l'email di contatto è info@comeginestre.it
Denise Fresta - 50 rana

Denise Fresta - assoluti Busto Arsizio

lunedì 8 giugno 2015

“Come Ginestre” si aggiudica a Catania la terza tappa del campionato regionale Finp


È ripreso ieri 7 giugno a Catania, nella piscina di Nesima, il Campionato Regionale Finp, con la tappa organizzata da “Come Ginestre”. Nel ruolo di “padroni di casa” gli atleti di nuoto paralimpico di “Come Ginestre”, che hanno tradotto il loro impegno in un nuovo trionfo. La squadra in verde si è, infatti, aggiudicata anche questa tappa, a pari merito con la asd “Il Faro – Augusta”. Fondamentale si è rivelata, stavolta, l'esperienza dei “master”: con il loro sacrificio in una emozionante staffetta 4 x 100 Stile Libero Maschile (Angelo Mirabella – Aldo Gioia – Antonino Maugeri – Federico Muzio) hanno permesso alla squadra la conquista del primo gradino del podio, condiviso con gli atleti di Augusta. Il tutto sempre sotto l'attenta guida dell'esperto e preparato tecnico, Prof.ssa Maria Grazia Fiamingo.
E faranno ancora e sempre più affidamento sulla “linea verde” intrapresa dalla compagine catanese gli atleti di “Come Ginestre” che prenderanno parte ai Campionati Assoluti Estivi dal 26 al 28 Giugno a Busto Arsizio, prossimo ed ultimo impegno nazionale della stagione.

sabato 6 giugno 2015

Domani a Catania la terza tappa del campionato regionale Finp organizzata da “Come Ginestre”


Riprende domani 7 giugno a Catania, nella piscina di Nesima, il Campionato Regionale Finp, con la tappa organizzata da “Come Ginestre”. Nel ruolo di “padroni di casa” gli atleti di nuoto paralimpico di “Come Ginestre”, reduci dal Campionato Italiano di Società (Coppa Italia Maschile e Coppa Italia Femminile di nuoto paralimpico – Finale Trofeo “Futuri Campioni”), tenutosi a Lignano Sabbiadoro il 23 e 24 maggio 2015: evento riconosciuto dall’IPC Swimming - vasca 50 m. In Friuli la squadra di “Come Ginestre” ha profuso ogni sforzo per rappresentare al meglio Catania e la Sicilia: parlano chiaro le classifiche della giornata, che vedono la squadra in verde pressoché stabilmente nella parte sinistra del tabellone. Nello specifico, i nuotatori catanesi hanno brillantemente onorato gli impegni riconfermando i record già ottenuti a Palermo e Melilli: in particolare i tre record di Denise Fresta. Risultati, quelli dell'atleta diciottenne, che hanno attirato l'attenzione dei tecnici nazionali, che hanno richiesto un verifica della classificazione, vista l'eccezionalità dei tempi fatti. Dopo una verifica durata ore di dibattimento tra i medici classificatori, è prevalsa a maggioranza la decisione di aumentare la classificazione da S3 a S4 azzerando i risultati fin qui ottenuti da Denise. Contrariamente a quanto si potesse pensare, ciò ha galvanizzato e motivato la squadra di “Come Ginestre” che, lungi dal rassegnarsi, prosegue la propria corsa, pensando sin d'ora alla classificazione internazionale IPC.
Come si può evincere dai risultati dei nuotatori di “Come Ginestre”, ad imporsi è sempre la “linea verde” intrapresa grazie alla sapiente guida del tecnico di “Come Ginestre”, Prof.ssa Maria Grazia Fiamingo:

Federico Muzio (n.1997) 100 stile libero S09 1'27"69
Aldo Gioia (n.1966) 100 stile libero S06 2'01"43
Angelo Mirabella (n.1958) 100 stile libero S06 3'00"65
Antonino Maugeri (n.1956) 100 stile libero S05 4'45"19

Denise Fresta (n.1996) 100 stile libero S04 2'34"99
Denise Fresta (n.1996) 50 rana SB03 1'37"69
Denise Fresta (n.1996) 50 dorso S04 1'17"62

Antonino Maugeri (n.1956) 50 dorso S05 2'08"46

Federico Muzio (n.1997) 100 rana SB09 1'47"85

Angelo Marco Longo (n.1983) 100 dorso S13 2'10"33
Angelo Mirabella (n.1958) 100 dorso S06 2'51"72

Federico Muzio (n.1997) 50 stile libero S09 0'36"70
Aldo Gioia (n.1966) 50 stile libero S06 0'46"17
Angelo Marco Longo (n.1983) 50 dorso S13 0'51"15
Angelo Mirabella (n.1958) 50 stile libero S06 1'10"11

Prossimo appuntamento in vasca quindi domani 7 giugno a Catania, nella piscina di Nesima, per la 3^ Fase Campionato Regionale Finp con la tappa organizzata da “Come Ginestre”. A concludere la stagione nazionale, i Campionati Assoluti Estivi dal 26 al 28 Giugno a Busto Arsizio.

lunedì 18 maggio 2015

“Come Ginestre” si aggiudica la seconda tappa del campionato regionale Finp


Una giornata trionfale: è questa la sintesi della prestazione degli atleti di nuoto paralimpico di “Come Ginestre”, che hanno brillantemente onorato gli impegni aggiudicandosi ieri a Melilli la seconda tappa del campionato regionale Finp (a pari merito con l'asd “Il Faro – Augusta”, che organizzava la tappa). Evidentemente “vincere” non è il solo “verbo guida” degli atleti in verde: infatti sono arrivati un record italiano e tre record di categoria e la qualificazione agli assoluti di Busto Arsizio del 26 – 28 Giugno 2015. Ed ancora una volta la “linea verde” della compagine catanese si è dimostrata vincente: sono stati infatti i giovani del Team Come Ginestre a metterli a segno, sempre sapientemente guidati dal preparatissimo tecnico, Prof.ssa Maria Grazia Fiamingo.

Questi i risultati (i record s’intendono in vasca corta, cioè 25m):

Denise Fresta
  • record italiano assoluto sui 50m, Rana SB02 con un tempo di 1' 42” 96
(record precedente: 1' 52” 00 del 23.03.14)
  • record di categoria Juniores sui 50m Stile Libero S03 , con un tempo di 1' 15” 03
(record precedente: 1' 48” 69 del 2009)

Maria Pia Marcantonio
  • record di categoria Esordienti sui 100m Dorso S11 , con un tempo di 2' 05” 59
(record precedente: 2' 11” 14 del 2013)
  • record di categoria Esordienti sui 100m Stile Libero S11 , con un tempo di 1' 52” 66
(record precedente: 2' 32” 40 del 2011)

Federico Muzio
si qualifica per gli assoluti estivi
  • nei 100m Rana SB09 , con un tempo di 1' 44” 00
  • nei 50m Stile Libero S09 , con un tempo di 34” 71

I prossimi appuntamenti in vasca saranno con il Campionato Italiano di Società, Coppa Italia Maschile e Coppa Italia Femminile di nuoto paralimpico – Finale Trofeo “Futuri Campioni”, a Lignano Sabbiadoro, il 23 e 24 maggio 2015: evento riconosciuto dall’IPC Swimming - vasca 50 m.
Il Campionato Regionale Finp riprenderà il 7 giugno a Catania, nella piscina di Nesima, con la tappa organizzata da “Come Ginestre”
 

lunedì 27 aprile 2015

Denise Fresta di “Come Ginestre” conferma i record italiani ai campionati giovanili di Massarosa (Lucca)



Si è svolto al Centro Nuoto di Massarosa (Lucca) il Campionato Italiano Giovanile di nuoto paralimpico, con atleti afferenti alla Finp ed alla Fisdir. Presente con una sola atleta, la diciottenne Denise Fresta, “Come Ginestre” ha conquistato un ottimo 21° posto su 28 società partecipanti, rappresentate da 100 entusiasti atleti. Di fondamentale importanza la conferma da parte della giovanissima Denise, e stavolta in vasca corta, dei due record italiani assoluti da lei conquistati il 18 aprile a Palermo nella prima tappa del campionato regionale Finp. A Massarosa la nuotatrice etnea si impone con un tempo di 2' 35” 72 sui 100m stile libero S3, e di 1' 13” 68 sui 50m dorso S3. Tempi che potrebbero valerle l'inserimento negli elenchi degli atleti di interesse nazionale, passaggio prodromico alla possibile convocazione in azzurro per i Mondiali di Glasgow 2015 e per le Paralimpiadi di Rio 2016. Ottimi risultati quindi per una nuotatrice molto promettente, che è solo uno degli elementi del roster di “Come Ginestre”, composto di giovani talentuosi e volenterosi, ben supportati dai “veterani” del gruppo. Prossimo appuntamento, il 17 maggio con la seconda tappa del campionato regionale a Melilli (SR), a cui seguiranno il 23 e 24 maggio i Campionati Italiani di Società a Lignano Sabbiadoro (UD), per poter partecipare ai quali “Come Ginestre” è alla ricerca del necessario sostegno economico, necessario per concretizzare la realizzazione di tutti i progetti, che spaziano anche ad altre discipline (in cantiere ci sono teams di wheelchair rugby e sitting volley, in sinergia con la consociata “All Sporting” ASD) e vanno anche oltre lo sport, coltivando sempre quella speranza di far fiorire i sogni di giovani e meno giovani, “Come Ginestre”.

martedì 21 aprile 2015

Ecco i primi risultati del 2015 di “Come Ginestre” nel nuoto paralimpico

Ottima la prestazione degli atleti di nuoto paralimpico di “Come Ginestre”, che si sono brillantemente aggiudicati sabato scorso a Palermo la prima tappa del campionato regionale Finp. Ma vincere non bastava agli atleti in verde: hanno fatto di più, portando alle falde dell'Etna non uno, ma ben due record italiani. Ed anche in questo la “linea verde” della compagine catanese si è dimostrata vincente: è stata infatti la diciottenne Denise Fresta a far suo il record sui 100m stile libero S3, con un tempo di 2' 35” 07, e quello sui 50m dorso S3 in 1' 15” 05. Promettente anche la prestazione della giovanissima Maria Pia Marcantonio, 12 anni, che con poche settimane di allenamento ha già conseguito nei 50 stile libero un tempo utile alla qualificazione ai campionati italiani assoluti di Busto Arsizio in programma dal 26 al 28 giugno prossimo. Già qualificati per gli assoluti anche altri due atleti di “Come Ginestre”: il ventenne Federico Muzio, nei 100 rana, ed Aldo Gioia, nei 50 stile libero.




domenica 19 aprile 2015

“Come Ginestre” si aggiudica la prima tappa del campionato regionale Finp

Si suol dire che “chi ben inizia è alla metà dell'opera”, motto che trova conferma nell'ottima prestazione degli atleti di nuoto paralimpico di “Come Ginestre”, che hanno brillantemente onorato gli impegni dell'antivigilia aggiudicandosi ieri a Palermo la prima tappa del campionato regionale Finp. Ma vincere non bastava agli atleti in verde: hanno fatto di più, portando alle falde dell'Etna non uno, ma ben due record italiani. Ed anche in questo la “linea verde” della compagine catanese si è dimostrata vincente: è stata infatti la giovane
Denise Fresta
Denise Fresta
Denise Fresta a far suo il record sui 100m stile libero S3, con un tempo di 2' 35” 10, e quello sui 50m dorso S3 in 1' 15” 03. Un entusiasmante esordio, che fa seguito alla presentazione del team di “Come Ginestre”, andata in scena giovedì mattina durante il consueto appuntamento con “Open Sport”, promosso nel Borghetto Europa di Catania dal consorzio “Catania al Vertice”. E vuole confermarsi al vertice la squadra di “Come Ginestre”, che dichiaratamente punta alla vittoria del campionato regionale al via ieri a Palermo, ed a “piazzare” quanti più atleti nei ranghi azzurri per Europei e Paralimpiadi. Complice, come detto, la “linea verde” intrapresa dal collettivo catanese (che nel verde ha anche il proprio colore sociale, simbolo di speranza) con giovani e giovanissimi molto promettenti e futuri fuoriclasse, ben supportati dai “veterani” del team e da dirigenti, allenatori e volontari. «Siamo alla ricerca nelle scuole, insieme a “Catania al Vertice”, di giovani talenti da poter inserire nelle attività agonistiche, nelle attività sportive – ha dichiarato il presidente di “Come Ginestre”, Salvo Mirabella, durante la presentazione di giovedì – ed è bello poter parlare non di “sport paralimpico” o “sport per normodotati”, ma di sport e basta, in senso pieno e completo». Molto sentita la dichiarazione del presidente di “Catania al Vertice”, Nello Russo, che sempre giovedì ha affermato: «Oggi abbiamo assistito a un grande “Open Sport” , con la presenza di due squadre al completo: l’Orizzonte Catania e la grande famiglia di “Come Ginestre” che durante l’incontro ha presentato il team di nuoto paralimpico che questo weekend parteciperà ai campionati regionali. Questo gruppo – ha sottolineato il presidente Russo – lotta per fare sport e dunque rappresenta un esempio per tutti. Il prossimo obiettivo del Consorzio è organizzare una grande assemblea che inglobi tutte le realtà sportive isolane che hanno aderito ai principi e agli ideali di “Catania al Vertice”».
I prossimi appuntamenti con il Campionato Regionale Finp saranno il 17 maggio a Melilli, ed il 7 giugno a Catania, nella piscina di Nesima, con la tappa organizzata da “Come Ginestre”. Fitto anche il calendario degli appuntamenti in ambito nazionale, sui quali pende, però, la spada di Damocle dei costi: «Si tratta di importanti risorse economiche che dobbiamo andare a trovare perché i biglietti aerei sono costosissimi», ha puntualizzato Mirabella. Confermata, comunque, la presenza ai Campionati Giovanili del 25 aprile prossimo a Massarosa (Lucca) perché «ci saranno tutti i giovani d'Italia, che praticamente si metteranno in mostra in un palcoscenico utilissimo ai tecnici della nazionale di nuoto per selezionare eventuali atleti da inserire nella rosa dei convocati in azzurro», ha aggiunto il presidente di “Come Ginestre”, che ha concluso: «siamo una società nata dal niente ma con un organico di tutto rispetto per questo mondo, siamo qui, siamo orgogliosi di essere catanesi, di fare parte di Catania al Vertice, di rappresentare la Sicilia, e lo facciamo a testa alta», nell'auspicio che possano arrivare quei sostegni economici tali da consentire la realizzazione dei progetti, che spaziano anche ad altre discipline (in cantiere ci sono teams di wheelchair rugby e sitting volley, in sinergia con la consociata “All Sporting” ASD) e vanno oltre allo sport, coltivando sempre quella speranza di far fiorire i sogni di giovani e meno giovani, “Come Ginestre”.

Questo il team di nuoto paralimpico 2015 di “Come Ginestre”:

ATLETI
Denise Fresta
Aldo Gioia
Marco Longo
Maria Pia Marcantonio
Antonino Maugeri
Angelo Mirabella
Federico Muzio

DIRIGENTE
Salvatore Mirabella

TECNICO
Prof. Maria Grazia Fiamingo

ASSISTENTI e VOLONTARI
Simone Manganaro
Domenico Mirabella
Salvatore Spinelli 

Links alle interviste:
 

venerdì 17 aprile 2015

Domani inizia la stagione agonistica per il team di nuoto paralimpico di “Come Ginestre”


Una entusiastica presentazione con i ranghi al gran completo per il team di nuoto paralimpico di “Come Ginestre”, andata in scena ieri mattina durante il consueto appuntamento con “Open Sport”, promosso dal consorzio “Catania al Vertice” nel Borghetto Europa di Catania, alla graditissima presenza di Maddalena Musumeci, oro olimpico ad Atene 2004 e “bandiera” di “Catania al Vertice”. E vuole confermarsi al vertice la squadra di “Come Ginestre”, che punta alla vittoria dei campionati regionali, al via domani a Palermo, ed a “piazzare” quanti più atleti nei ranghi azzurri per Europei e Paralimpiadi. Complice la “linea verde” intrapresa dal collettivo catanese (che nel verde ha anche il proprio colore sociale, simbolo di speranza) con giovani e giovanissimi molto promettenti e futuri fuoriclasse, ben supportati dai “veterani” del team e da dirigenti, allenatori e volontari. «Siamo alla ricerca nelle scuole, insieme a “Catania al Vertice”, di giovani talenti da poter inserire nelle attività agonistiche, nelle attività sportive – ha dichiarato il presidente di “Come Ginestre”, Salvo Mirabellaed è bello poter parlare non di “sport paralimpico” o “sport per normodotati”, ma di sport e basta, in senso pieno e completo». Molto sentita la dichiarazione del presidente di “Catania al Vertice”, Nello Russo, che ha affermato: «Oggi abbiamo assistito a un grande “Open Sport” , con la presenza di due squadre al completo: l’Orizzonte Catania e la grande famiglia di “Come Ginestre” che durante l’incontro ha presentato il team di nuoto paralimpico che questo weekend parteciperà ai campionati regionali. Questo gruppo – ha sottolineato il presidente Russo – lotta per fare sport e dunque rappresenta un esempio per tutti. Il prossimo obiettivo del Consorzio è organizzare una grande assemblea che inglobi tutte le realtà sportive isolane che hanno aderito ai principi e agli ideali di “Catania al Vertice”».
I prossimi appuntamenti con il Campionato Regionale Finp saranno il 17 maggio a Melilli, ed il 7 giugno a Catania, nella piscina di Nesima, con la tappa organizzata da “Come Ginestre”. Fitto anche il calendario degli appuntamenti in ambito nazionale, sui quali pende, però, la spada di Damocle dei costi: «Si tratta di importanti risorse economiche che dobbiamo andare a trovare perché i biglietti aerei sono costosissimi», ha puntualizzato Mirabella. Confermata, comunque, la presenza ai Campionati Giovanili del 25 aprile prossimo a Massarosa (Lucca) perché «ci saranno tutti i giovani d'Italia, che praticamente si metteranno in mostra in un palcoscenico utilissimo ai tecnici della nazionale di nuoto per selezionare eventuali atleti da inserire nella rosa dei convocati in azzurro», ha aggiunto il presidente di “Come Ginestre”, che ha concluso: «siamo una società nata dal niente ma con un organico di tutto rispetto per questo mondo, siamo qui, siamo orgogliosi di essere catanesi, di fare parte di Catania al Vertice, di rappresentare la Sicilia, e lo facciamo a testa alta», nell'auspicio che possano arrivare quei sostegni economici tali da consentire la realizzazione dei progetti, che spaziano anche ad altre discipline (in cantiere ci sono teams di wheelchair rugby e sitting volley, in sinergia con la consociata “All Sporting” ASD) e vanno oltre allo sport, coltivando sempre quella speranza di far fiorire i sogni di giovani e meno giovani, “Come Ginestre”.

Questo il team di nuoto paralimpico 2015 di “Come Ginestre”:

ATLETI
Denise Fresta
Aldo Gioia
Marco Longo
Maria Pia Marcantonio
Antonino Maugeri
Angelo Mirabella
Federico Muzio

DIRIGENTE
Salvatore Mirabella

TECNICO
Prof. Maria Grazia Fiamingo

ASSISTENTI e VOLONTARI
Simone Manganaro
Domenico Mirabella
Salvatore Spinelli

Links alle interviste:


lunedì 13 aprile 2015

Giovedì 16 aprile al Borghetto Europa si presenta il team di nuoto paralimpico di “Come Ginestre”


Una stagione ricca di impegni che, nel solco di una tradizione ormai decennale, si punterà a tramutare in copiosi successi. Questo è l'impegno della famiglia di “Come Ginestre”, con il team di nuoto paralimpico che verrà presentato giovedì 16 aprile alle 10 nell'ambito di “Open Sport”, efficace ed innovativa formula di condivisione e coinvolgimento promossa dal consorzio “Catania al Vertice” e che ha nel Borghetto Europa di Catania l'ideale location. Alla presenza di atleti seniores e juniores, allenatori, volontari e tutto lo staff, sarà l'occasione per presentare il calendario dei prossimi impegni, a livello regionale e nazionale. E sarà anche un modo per parlare delle sfide che su tutti i campi, sportivi e non, “Come Ginestre”, anche in sinergia con la consociata “All Sporting”, affronta e promuove, con nuovi progetti che si stanno progressivamente coltivando. Soprattutto, si parlerà di un mondo di storie individuali che sempre più consolidano un cammino collettivo di sport, solidarietà e progresso.